Vai al contenuto principale
Passa ai contenuti principali
Microsoft nella vostra comunità

Nutrire la flora e la fauna autoctone intorno ai nostri centri dati in Australia

In Microsoft riconosciamo la nostra responsabilità di prenderci cura del territorio in cui si trovano le nostre strutture. Per essere efficaci amministratori del territorio intorno ai nostri centri dati in Australia, stiamo collaborando con la società di consulenza ambientale e di sostenibilità Environmental Resources Management (ERM). Insieme, ci impegniamo a curare la salute dell'habitat in modo che la flora e la fauna autoctone possano prosperare su questo terreno.

Lavorare con la natura per promuovere habitat sani

Il nostro obiettivo iniziale è determinare cosa possiamo fare per promuovere il territorio come habitat per la fauna selvatica autoctona. Per sviluppare il nostro piano di gestione, iniziamo ad ascoltare il territorio, letteralmente. Gli ecologi di ERM sono attualmente impegnati in un inventario della fauna selvatica della durata di 10 settimane, utilizzando registrazioni audio e riprese con telecamere a infrarossi per determinare quali animali abitano attualmente questo territorio. Con la primavera in pieno svolgimento, gli animali sono al massimo della loro attività quando si avventurano per accoppiarsi e trovare i luoghi di nidificazione. Gli ecologi sono anche sul campo per mappare la vegetazione; questi rilevamenti aiuteranno a rispondere a domande cruciali come: Quali animali utilizzano la vegetazione come habitat? In quali parti della vegetazione risiedono questi animali? Ci sono uccelli che usano la vegetazione come percorso migratorio? Grazie alla mappatura della vegetazione autoctona, possiamo individuare i punti in cui collocare nuove piantumazioni per creare corridoi che gli animali possono utilizzare per spostarsi attraverso la rete di macchie di vegetazione di Sydney.

Ripristino delle specie autoctone sul territorio

I centri dati Microsoft in Australia si trovano in terreni semi-urbani interessati da un passato uso industriale. Per questo motivo, il nostro ripristino dell'habitat si concentrerà innanzitutto sulla rimozione delle erbacce e sull'installazione di recinzioni per controllare i predatori invasivi come gatti selvatici e volpi. Poiché le specie autoctone di questi siti sono per lo più abitanti degli alberi, possono muoversi liberamente tra le chiome e non sono ostacolate da queste recinzioni.

I rilievi sul campo e l'inventario della fauna selvatica serviranno come base di riferimento, un'immagine "prima" che potremo utilizzare per monitorare l'impatto dei nostri futuri sforzi di gestione del territorio. Gli ecologi di ERM effettueranno ispezioni simili ogni due o tre anni per verificare se il numero di specie di flora e fauna che utilizzano questo terreno sta aumentando. Questi controlli ci aiuteranno a identificare ciò che sta funzionando e ciò che dobbiamo fare in modo diverso per coltivare un habitat ospitale per le piante e gli animali nativi.

Per Microsoft, la gestione dell'ambiente è un valore fondamentale. Insieme a ERM, stiamo lavorando per coltivare la fauna e la flora autoctone nell'habitat dei bushland intorno ai nostri centri dati in Australia.