Vai al contenuto principale
Passa ai contenuti principali
Microsoft nella vostra comunità

Aggiornamento sulla costruzione del centro dati di Donnacona

Microsoft inizierà la costruzione della prima fase di sviluppo del datacenter di Donnacona nel febbraio 2024. Il sito di costruzione del datacenter si trova nella contea di Portneuf, in Quebec, Canada.

Perché i data center sono necessari

I datacenter forniscono l'infrastruttura fisica per la tecnologia da cui dipendiamo al lavoro e nella vita privata. Ogni volta che aprite un'applicazione sul vostro telefono, partecipate a una classe virtuale o a una riunione, scattate e salvate foto o giocate con i vostri amici online, state utilizzando un datacenter. Le aziende locali, le amministrazioni pubbliche, gli ospedali e le scuole si affidano ogni giorno ai data center per fornire beni e servizi.

Cronologia della costruzione

La costruzione del Datacenter è iniziata il 12 febbraio 2024 e ha preparato il sito per la costruzione: taglio degli alberi, demolizione, recinzione e livellamento del sito. La fase successiva prevede lavori di fondazione e altre attività di scavo. Prevediamo che la costruzione sarà completata verso la fine del 2025. Il completamento della costruzione degli edifici del centro dati non indica l'operatività.

Per ulteriori informazioni, contattare Domaco Encocorp all'indirizzo DonnaconaCDD@domacoencocorp.com.

Terremo informati i vicini in anticipo sui lavori di costruzione e, quando possibile, li eseguiremo in orari meno pericolosi (dopo l'orario di lavoro nelle aree industriali e durante le ore diurne nelle aree residenziali). Inoltre, il nostro appaltatore generale utilizzerà camion d'acqua per mitigare la polvere.

Rimanere connessi

Per ulteriori informazioni sul lavoro di Microsoft a Donnacona, in Quebec, visitate la pagina Microsoft nella vostra comunità.

Per domande relative alla comunità, contattateci all'indirizzo quebeccdd@microsoft.com o lasciate un messaggio vocale al numero 1-418-476-1012.

Per domande relative alle pubbliche relazioni, contattare Microsoft Media Relations.